Scrivo questa bio per chi volesse farsi un'idea prima di chiamarmi (o scrivermi).

Facilitatore di esperienze collaborative, operatore di cranio sacrale, aggregatore di progetti partecipativi.

La tecnica manuale che pratica, il metodo Cranio sacrale, prevede l’uso delle mani per ascoltare e facilitare l'auto consapevolezza delle proprie risorse fisiologiche, per agevolare il nostro organismo a tornare a uno stato di benessere naturale: questa attitudine la porta in ogni esperienza che crea.

Iniziatore del meetup Chi esplora trova, con un gruppo di amic* organizza incontri di introspezione, che permettono di esplorare diverse discipline, che seguono una direzione più o meno comune: dalla Teoria U, al Counseling, dall'educazione alimentare, ai laboratori sull'intimità, ai Playfight, etc. Talmente sono belle queste esperienze che si è creata una comunità a Milano che si sta mano a mano espandendo (qui i rossimi eventi).

Danza Contact improvisation da marzo 2017, è alllievo di Elisa Ghion, e da lei oltre alla tecnica e all’attitudine all’ascolto, sta imparando le qualità che porta nello space holding. La Contact è una delle pratiche corporee che preferisce per sviluppare l’ascolto, la connessione e la coscienza del proprio corpo e del corpo dell’altr*.

Collabora con l'associazione CorPoetica che "​​opera per la diffusione, lo studio e la pratica delle discipline legate al movimento e al corpo intesi come punto di partenza per la propria crescita personale. Essa sostiene e promuove lo sviluppo di un intelligenza corporea che si integri ad un utilizzo più consapevole dei processi cognitivi".

Nella vita precedente programmava, ora si diletta a offrire hosting per siti web e a consigliare soluzioni che aiutano a migliorare la qualità della propria vita digitale.